Loading

Ciclicamente siamo chiamati ad affrontare una crisi finanziaria, e questo turbamento ci porta ad affrontare cicli che portano sempre nuovi assetti dell’economia.
I nostri nonni ci raccontavano che è nei momenti difficili che bisogna rimboccarsi le maniche! Tramutato al giorno d’oggi, quello che è vero è che la crisi rappresenta sia un pericolo che un opportunità. La crisi è la scelta, che volenti o no, siamo chiamati a fare.

Nel 2008 la crisi finanziaria ha colpito pesantemente il sistema bancario, che ha messo in una stretta creditizia tutte le PMI, portando instabilità di rapporto e sviluppo per le piccole e medie imprese.
Complici di eccessivi e smisurati affidamenti, le banche hanno messo nella morsa le PMI generando difficoltà nell’ottenimento di linee di credito, che impattano negativamente su tutto il comparto che genera economia reale.

La stretta economica o creditizia fu definita “credit crunch”!

 

Il fenomeno del crowdfunding

È successivamente a questa crisi economica che vediamo sorgere il crowdfunding.

Se potessimo raccontare il crowdfunding come un social network dovremmo definirlo TI SOSTENGO IO.

Il crowdfunding è una vera forma di nuova economia, un fenomeno che negli ultimi anni ha generato punti di incontro e community attive nel raggiungere un obiettivo comune, attraverso piattaforme digitali per la raccolta fondi come Revonet.

Il crowdfunding (termine della lingua inglese, da crowd, «folla» e funding «finanziamento»), o finanziamento collettivo, è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di microfinanziamento dal basso, che mobilita persone e risorse. Fonte Wikipedia

Il fenomeno in ascesa, in quel periodo, osservato da grandi economisti mondiali che lo hanno ritenuto tale e Mario Draghi, nell’epoca del suo mandato di Presidente della BCE, durante il discorso dell’EUROFI dell 11 settembre 2014 lo ha definito “un affidabile fonte alternativa di finanziamento per le imprese“.

 

Uno strumento anti crisi, Il lending crowdfunding

Il crowdfunding quindi ha portato innovazione nel mondo finanziario. Questo strumento, nato come risposta alla mancanza di liquidità nel sistema creditizio bancario, genera liquidità nelle imprese che vogliono crescere ed innovare.

Capace di muovere anche fondi voluminosi, in tempo breve e con semplicità, è capace di risolvere e dare risposte al futuro odierno minacciato dalla Pandemia, con soluzioni precise ed efficaci.

Da analizzare è la crescita di questo strumento, che vede una continua crescita anche nel periodo più recente e buio del lockdown, generato per il Coronavirus. Sono state innumerevoli le campagne di crowdfunding con scopi sociali per la raccolta di denaro solidale, ma altrettanto voluminose quelle del Lending.
Molte imprese infatti, durante il periodo di Pandemia, hanno scelto di non perdere tempo con il solo circuito bancario e hanno fatto affidamento alla capacità innovativa del lending crowdfunding.

Questo strumento insomma, che si contrappone alla burocrazia bancaria, è in grado di portare liquidità alle PMI che ne hanno bisogno per raggiungere i propri obiettivi.

 

Storie di successo

È il caso di dare un’occhiata ad una storia di successo che abbiamo visto sulla nostra piattaforma e di cui siamo particolarmente soddisfatti.
Nata da un idea totalmente rivoluzionaria, o2o crowd, è la prima storia di vero successo che abbiamo visto su Revonet, che è stata in grado di cambiare le regole della mobilità.

Automotive e Rental Car sono il mercato che vedono oggi o2o crowd come protagonista, nata da una piccola idea e totalmente finanziata dal lending crowdfunding, a distanza di circa 18 mesi è prossima alla quotazione in borsa. Una vera storia di successo imprenditoriale ed innovativa, che vede anche i molti sostenitori del progetto, seppur non paragonabile, prestatori di denaro ben remunerati.

Pin It on Pinterest

Share This